sabato, Maggio 18, 2024
Comunicati StampaEconomia

SPECULAZIONE SUL PREZZO CARBURANTI

Ancora una volta siamo di fronte ad una situazione speculativa sui prezzi dei carburanti che deve essere assolutamente contrastata. Infatti i prezzi dei carburanti, benzina e gasolio, sono allo stato attuale attorno agli stessi prezzi di gennaio/febbraio 2022 con i prezzi del petrolio simili e attorno a 95 dollari al barile, e pari a una media di 1.7€ litro per la benzina ed 1.8€ litro per il gasolio.

Ma non bisogna dimenticare due questioni che sono avvenute nel frattempo per avere un confronto assolutamente corretto con i prezzi odierni: la prima questione riguarda la detassazione decisa dal Governo dell’accisa più IVA pari a 30 centesimi al litro e  la seconda questione è relativa al deprezzamento dell’euro sul dollaro di circa il 10% ( che purtroppo ne fa aumentare i costi )

Calcolando per estrema correttezza queste due fattori, si evince che sul prezzo dei carburanti vi sia una speculazione e quindi un maggior guadagno per le compagnie petrolifere di 20 centesimi al litro.

Conoscendo i consumi di mercato su questi due carburanti pari a circa 40 miliardi di litri annui, il maggiore introito non giustificato per i produttori è di 8 miliardi di euro annui.

Quando si vorrà intervenire, aldilà delle norme sugli extra-profitti che condividiamo, per contrastare una speculazione tutta a danno degli utenti? Lo chiede Rosario Trefiletti – Presidente Centro Consumatori Italia.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap