SALDI – VISTA LA GRAVISSIMA SITUAZIONE E’ RISIBILE UNA DISCUSSIONE SULLE DATE DI AVVIO. LIBERALIZZARE IL TUTTO

Quest’anno, a maggior ragione, qualsiasi discussione attorno alle date regionali dei saldi è francamente risibile. Infatti, come sappiamo tutti, l’andamento  dei consumi nel nostro paese è in forte contrazione ed il commercio, tranne quello elettronico, è colpito duramente.

Abbiamo sempre sostenuto negli anni passati la completa e totale liberalizzazione dei saldi per evitare concorrenze sleali tra chi segue rigidamente le norme prefissate e chi no, mettendo in campo giustificazioni , il più delle volte false, come “promozioni” , “chiusure di attività” ed altro ancora.

Quindi quello che chiediamo con grande determinazione per questa stagione, aldilà del contrasto anche ideologico saldi liberi si saldi liberi no, data la grave crisi economica che coinvolge  anche le famiglie italiane, è l’abolizione totale delle date in cui possano iniziare,  liberalizzando il tutto. Lo chiediamo al Governo ma soprattutto al Coordinamento delle Regioni quali responsabili dei regolamenti attuativi – afferma il Presidente del Centro Consumatori Italia Rosario Trefiletti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *