sabato, Maggio 18, 2024
Comunicati StampaEconomia

RIPRESA AUTUNNALE COSTI ANNUI IN PIU’ A FAMIGLIA – STANGATA  DI € 3420 DATI SU INFLAZIONE  SOTTOSTIMATI. CI AVVICINIAMO  AD UNA  INFLAZIONE A DOPPIA CIFRA

Senza polemizzare con l’ISTAT,  ancora una volta affermiamo che i dati pubblicizzati sul tasso di inflazione all’8% non ci convincono, alla luce della scalata ulteriore dei costi energetici e  delle ricadute sui prezzi e degli aumenti che registriamo in tutti i settori economici,  ed anche dalle nostre rilevazioni sui prezzi agroalimentari, di quelli energetici e dei servizi vari. Prezzi e tariffe che mettono a rischio un potere di acquisto delle famiglie già eroso in questi anni di pandemia e ridotto ai minimi termini. Inoltre il carico economico sulle imprese che produrrà CIG e licenziamenti procurerà inevitabilmente un ulteriore abbattimento del potere di acquisto.

Questi sono gli aumenti che il nostro osservatorio economico INDAGINI3 ha realizzato in questi giorni e che influiranno da Settembre:

AGGIORNAMENTI 31 AGOSTO 2022 RISPETTO 31 AGOSTO 2021  ( aumenti direttamente in € e non in % per una migliore comprensione )

BOLLETTA ELETTRICA CASA                              + 705 €  ANNUI

BOLLETTA ELETTRICA CONDOMINIO              + 110 € ANNUI

ILLUMINAZIONE PUBBLICA                               + 90 € ANNUI

GAS                                                                       + 900 €  ANNUI

CARBURANTI                                                       + 490 € ANNUI

AGRO-ALIMENTARE TOTALE                            +1125 € ANNUI   

                                                                  TOTALE 3420 € ANNUI

FORAGGI,  ENERGIA ELETTRICA E TRASPORTI INCIDONO SU SPESA AGRO-ALIMENTARE  A FAMIGLIA.

ED E’ QUELLO CHE MAGGIORMENTE COLPISCE LE FAMIGLIE MENO ABBIENTI

ESEMPLIFICAZIONI:

PANE                                                                              +120 €  ANNUI

PASTA                                                                             + 70 €   ANNUI

VINO                                                                               + 84 €   ANNUI

CARNI                                                                             + 270 €  ANNUI

VEGETALI                                                                       + 140 €  ANNUI

LATTICINI                                                                       +170 €   ANNUI

OLII                                                                                 + 140 €  ANNUI

SALUMI                                                                           + 86 €    ANNUI                                                                         

UOVA                                                                              + 45 €   annui

QUESTI AUMENTI ANCHE SE CALMIERATI CON INTERVENTI CHE ANCORA CONSIDERIAMO INSUFFICIENTI PER GAS E LUCE,  NECESSITANO DI ULTERIORI E STRORDINARI INTERVENTI PENA RICADUTE PESANTISSIME NON SOLO SULLE FAMIGLIE MA SULL’INTERO SISTEMA PRODUTTIVO NAZIONALE.

PROPOSTE DA EFFETTUARE CON MASSIMA CELERITA’:

IN COORDINAMENTO CON L’EUROPA FISSARE AL PIU’ PRESTO UN TETTO ALLE TARIFFE DEL GAS. E’ RISAPUTO CHE GLI AUMENTI NON SONO DETERMINATI DALLO SBILANCIAMENTO DELLA DOMANDA E DELL’OFFERTA DI MERCATO MA PER OPERA DI STRUMENTI FINANZIARI SPECULATIVI.

CONTINUARE ED AMPLIARE LA DETASSAZIONE DEI SERVIZI E DEI PRODOTTI ENERGETICI

AGEVOLARE AL MASSIMO LA COSTITUZIONE DI PIU’ COMUNITA’ ENERGETICHE

PIANO NAZIONALE CON INVESTIMENTI IMPORTANTI. SBUROCRATIZZARE E SEMPLIFICARE PROCEDURE PER ENERGIE ALTERNATIVE ( FOTOVOLTAICO, EOLICO ECC. ECC. ).

MAGGIORE TASSAZIONE SUGLI EXTRA GETTITI DA PARTE DELLO STATO E SOPRATTUTTO DELLE AZIENDE ENERGETICHE

DETASSAZIONE IVA A ZERO DEI PRODOTTI DI PRIMA NECESSITA’ QUALI QUELLI AGRO-ALIMENTARI 

Share via
Copy link
Powered by Social Snap