BENE LA SOSPENSIONE VACCINI ASTRAZENECA MA ACCELERARE VERIFICHE, INFORMARE I CITTADINI COINVOLTI DALLO STOP ED INCREMENTARE RISORSE PER IL PIANO VACCINALE

Bene hanno fatto i paesi europei , tra cui l’Italia, a sospendere le vaccinazioni tramite vaccino AstraZeneca . Infatti su partite così delicate,  anche se abbiamo consapevolezza che percentuali minime di effetti collaterali possano avvenire, è giusto bloccare e verificare scientificamente il collegamento tra questi effetti e l’operazione vaccinale .

Quest’ultime verifiche e controlli, tuttavia, avrebbero dovute essere fatte già dai primi segnali occorsi. Infatti abbiamo verificato che queste notizie ed i ritardi nei relativi e necessari chiarimenti,  creando incertezza e confusione, hanno  provocato anche forti diffidenze e dubbi da parte dei cittadini,  su quello che riteniamo essere questione fondamentale per la fuoriuscita dalla pandemia in corso.

Inoltre questa decisione, corretta e dovuta, ha inevitabilmente provocato un fermo molto importante del processo di vaccinazione di massa . Per prima cosa, quindi si rende necessario che le varie istituzioni sanitarie e amministrative contattino ed informino tutti i cittadini sul da  farsi, sia quelli che avevano già effettuato la prima dose, sia quelli prenotati nelle liste.

Quello che chiediamo inoltre,  con grande determinazione,  è che nei tempi più rapidi possibili si verifichino le cause degli effetti collaterali, per poter riprendere immediatamente le procedure di vaccinazioni.  Su quest’ultima questione  inoltre chiediamo la messa in campo di molte risorse sia finanziarie  che umane al fine di accelerarne il più possibile il processo –  dichiara Rosario Trefiletti, Presidente Centro Consumatori Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *