Acquisto giocattoli – consigli a cura di Rosario Trefiletti – pubblicato su Eco San Gabriele

Siamo arrivati a Novembre, si sta avvicinando il Natale, quindi riteniamo utile dare qualche consiglio perché qualora la scelta del dono sia un giocattolo a un proprio figlio o figlio di amici o comunque ad un bimbo,  questo sia un regalo sicuro oltre che gradito. Innanzitutto partite sempre dalla conoscenza delle predilezioni del piccolo e non da quelle vostre, per rendere gioioso l’avvenimento. La vostra soddisfazione viene dopo e deve essere la conseguenza di quella che esprime chi riceve il dono, che non sempre deve essere utile o istruttivo secondo i vostri canoni, poichè sbrigliare la loro fantasia e creatività a volte è molto più utile e costruttivo per la loro crescita di quanto voi possiate immaginare. Acquisite quindi dai loro genitori il massimo delle informazioni su tale questione per farvi guidare in scelte appropriate. Naturalmente, detto ciò, la questione più importante è fare doni che corrispondano ai massimi gradi di sicurezza per tutte le fasi di manipolazione e di utilizzo del oggetto donato, ecco quindi una serie di avvertenze allo scopo e che discendono da norme ed obblighi di derivazione europea e nazionale.

Rispettare la fascia di età indicata sulla confezione è molto importante per la sicurezza dei bambini. Per le caratteristiche dei materiali e la dimensione dei componenti rimovibili, un giocattolo sicuro per una fascia di età, può risultare molto pericoloso per età inferiori.

Controllate  che sull’etichetta o sulla confezione ci siano sempre:

la marcatura CE,  il nome e l’indirizzo del fabbricante o dell’importatore, la fascia di età del bambino cui il gioco è indirizzato, le istruzioni in lingua italiana, la scritta “attenzione da usare sotto la sorveglianza di adulti” per i giocattoli che

riproducano apparecchi destinati agli adulti e  per quelli che contengano prodotti chimici. Ed inoltre quando comprate un giocattolo per bambini di età inferiore a tre anni (36 mesi) assicuratevi personalmente che il giocattolo non contenga  piccole parti. Queste possono essere pericolose poiché il bambino nei primi tre anni porta in modo spontaneo e naturale tutto alla bocca. Verificate che le dimensioni di tutti i giocattoli e delle parti staccabili siano tali da non poter essere ingeriti. Se di plastica, verificate che  la non infiammabilità. Per legge le parti smontabili dei giochi destinati ai bambini al di sotto dei tre anni non devono avere un diametro inferiore a 3,17 cm.

Sono assolutamente proibiti i giocattoli alimentati direttamente con presa elettrica. Per la maggiore sicurezza del bambino è necessario, pertanto, scegliere quelli a batteria. Nel caso di giocattoli elettrici (trenini, ferri da stiro, ecc.ecc.), questi devono poter funzionare solo tramite trasformatore esterno con dispositivo salvavita a bassa tensione. Oltre al marchio CE,  inoltre deve essere apposto quello IMQ dell’Istituto del Marchio di Qualità. Fate attenzione inoltre ai materiali utilizzati. In caso di giocattoli di stoffa o di peluche, , si consiglia di controllare che i materiali siano di alta qualità (peli che non si staccano, occhi e naso fissati in modo anti-strappo, cuciture solide, nastri corti ed imbottitura che non si sbriciola) e che non siano come già detto infiammabili. Il bambino, si sappia, sottopone il giocattolo a test di resistenza massimali ed ha una naturale vocazione alla curiosità di vedere cosa contiene, per cui è portato a rompere l’involucro e ad esplorarne il contenuto, spesso portandolo alla bocca. Occhi e naso in plastica dura possono  essere ingoiati e provocare soffocamento.

Attenzione alla presenza di corde o stringhe troppo lunghe: possono causare rischi di strangolamento. Evitare assolutamente i giocattoli con bordi o punte taglienti. Nel caso il materiale costruttivo fosse metallico, verificare che i bordi siano opportunamente “orlati” e che non ci sia ruggine o punti di ruggine. Per  i giocattoli meccanici, verificare inoltre che gli ingranaggi siano ben protetti e non accessibili al bambino. Le lesioni cutanee ed articolari da “imprigionamento” negli ingranaggi sono molto dolorose e possono provocare gravi lesioni. Le armi-giocattolo poi, destinate ai bambini di età più elevata, devono utilizzare solo proiettili forniti dalla ditta produttrice. Frecce e dardi devono avere la punta arrotondata, possibilmente di sughero o protetta con una ventosa non  rimovibile. Tutte queste naturalmente sono prime e non esaustive norme ma comunque utili per evitare che il dono si tramuti in un guaio. Una ultima considerazione infine, avete deciso di portare gioia un bimbo a voi vicino, ebbene  decidendo  di fare un dono a un bimbo povero che sicuramente non riceverà nulla, sappiate che farete a voi stessi un regalo che vi riempirà ancor più di gioia.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *