BENE IL RINVIO DELLE CARTELLE ESATTORIALI MA FARE PRESTO UNA SERIA RIFORMA FISCALE CHE PREMI CHI PAGA LE TASSE E COLPISCA L’EVASIONE

Apprendiamo con soddisfazione la notizia della proroga del rinvio del pagamento e della notifica dei carichi pendenti fiscali (cartelle esattoriali, avvisi di pagamento, atti, pignoramenti, fermi amministrativi ecc.) da parte dell’Agenzia delle Entrate ed enti affini.

Riteniamo saggio da parte del governo, in questo periodo assai delicato dello stato sanitario ed economico del Paese, la proroga della moratoria di tale attività fiscale. Con una economia delle famiglie e delle piccole partite IVA in forte sofferenza, onorare tali carichi fiscali extra sarebbe stato molto difficile e complicato.  E’ giusto che tali gravami, ovviamente,  vengano pagati, ma in tempi diversi da quelli attuali,   assai difficili per tutti i contribuenti .

Riteniamo, tuttavia,  non più rinviabile, un seria riforma fiscale, dove il cittadino si rapporti con un Fisco dialogante, amico, giusto ed equo con norme semplici e chiare e che premi i contribuenti onesti!

Quindi è importante mettere in campo  una seria riforma delle tassazioni che affronti in maniera assai determinata l’evasione fiscale che oramai si attesta per il nostro Paese dai 120 ai 150 MLD di Euro annui, senza contare la presenza di centinaia di migliaia di conti correnti di italiani collocati all’estero per almeno un centinaio di Miliardi di Euro.

E tutto ciò con un Paese che, giustamente,  fa solidarietà attraverso l’erogazione di pensioni sociali, redditi di cittadinanza e soprattutto col mantenimento di servizi pubblici importantissimi pressoché gratuiti per tutti, come Scuola e Sanità e non solo.

Risulta infatti oramai intollerabile che le risorse acquisite con le tasse siano sempre di più prelevate dai soliti  percettori di reddito fisso quali i lavoratori dipendenti e i pensionati.

Ci auguriamo che tutto questo possa essere recepito dal Governo e dal Parlamento in tempi brevissimi per questioni di equità e per il bene dei cittadini e del Paese intero  –  dichiara Rosario Trefiletti Presidente dell’Associazione – .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *